La possibilità di sperare

Si può sperare se si può immaginare il futuro La forza dell’immaginazione è grande ed è potenziata dalla relazione. E’ molto meglio immaginare in due o in gruppo! Raccontarsi i sogni e i progetti, i desideri e le paure. Spingere lo sguardo avanti, come davanti al mare, e viaggiare oltre l’orizzonte. Sentirsi trepidanti, percepire il

Dubitare di sé

Non avere fiducia nelle nostre capacità e dubitare del nostro valore è la cosa peggiore che possiamo fare a noi stessi. Non si tratta di incensarsi o non riconoscere i propri limiti, ma di sentire di avere la possibilità di farcela. E’ il potere della pre-concezione (Bion), del pre-giudizio positivo su di sé: so che

La mia Mafalda

La mia Mafalda è ispirata al personaggio delle strisce di Quino, ma è molto di più. E’ una bambina di sei anni e odia la minestra, come tutte le imposizioni. Spesso spettinata e con le calze calate sulle caviglie, è irriverente e intelligente. Si guarda intorno con occhi aperti e acuti, osserva e si interroga.

Relazioni

Oggi rifletto sulle relazioni. Niente di più concreto e vivo. Conoscere vuol dire entrare in relazione. Sentirsi vivi è sentire di essere in relazione. Un grande pensatore (Gregory Bateson) illustra tutto questo con l’esempio della mano. Che cos’è la mano? Proviamo a guardarla come un groviglio di relazioni, relazioni tra ogni dito e l’altro e

Dov’è il bambino?

Parlo del nostro bambino interiore, quello che ognuno di noi si porta dentro. E’ la nostra parte vitale, quella gioiosa e curiosa, instancabile e inarrestabile.  Credo che valga la pena di chiedersi dove sia e se sia distinguibile o sommersa da strati e strati di altre occupazioni e doveri. Un modo per ritrovare quel bambino

Paura e Coraggio

Avere coraggio non significa non sentire la paura, anzi. Ne ho fatto esperienza di recente. Attraversare le emozioni è l’unico modo per affrontarle e far sì che diventino un altro strato di pelle. Questo è stato per me il volo dell’angelo a Castelmezzano. A circa 800 metri da terra, assicurata ad un cavo d’acciaio, dritta

Cucinare le emozioni

Il buon cibo per la mente E’ una bella metafora, non è mia! Il nostro apparato mentale come una grande cucina in cui ingredienti separati e da soli poco gustosi vengono miscelati sapientemente. La saggezza sta nel vederli, intanto, e nel riconoscerli e nominarli. Poi, dopo aver amalgamato e cotto a puntino, si può assimilare

Un vestito nuovo

Benvenuti sul nuovo sito! È tempo di rinnovamento. È tempo di avere un sito nuovo. Avete presente quando aprendo il vostro armadio sentite che ciò che contiene non vi rappresenta più pienamente? Allora cercate il modo e il tempo di metterci mano e far circolare innanzi tutto aria fresca, per poi eliminare quello che non

Sfidare gli Dèi

  L’orgoglio ci fa perdere il senso del limite Mi sto occupando in questo periodo di un concetto molto interessante e attuale, il concetto di “hubrys“, che nella cultura greca antica indicava la tracotanza, la supponenza dell’uomo che, mancante del senso del suo limite, crede di potere tutto. Molto attuale, dicevo, facile pensare a certi